Italiano English
Europa cantat xviii - torino
home page > extra > innovabilm... essenzazional... coralicioso
innovabilm... essenzazional... coralicioso

Progetti Speciali

Appuntamenti al buio

L’amore a prima vista può scoccare anche tra cori, un’affinità che porta a concerti assieme, viaggi e scambi, ospitalità reciproca, amicizie durature. Il festival vuole facilitarvi nell’impresa di trovare il vostro “coro gemello”. Una sala di Torino Incontra potrà essere prenotata per un’ora al pomeriggio da due cori che vogliano incontrarsi e cantare l’uno per l’altro e l’uno con l’altro. Consulta sul sito www.ectorino2012.it la lista dei cori partecipanti, oppure ascoltali durante il festival e poi organizza il tuo appuntamento al buio!

Le prime al festival

7 Compositori per 7 Cori

Il progetto nasce con l’intento di coinvolgere alcuni compositori, protagonisti del panorama internazionale, nella scrittura di nuovi pezzi corali che vadano ad arricchire il repertorio e mettere in dialogo due mondi talvolta distanti, con effetti benefici per entrambi.

Il risultato è un programma di sette prime esecuzioni assolute, cantate dai cori del festival, ed evidenziate nel programma. Ecco a voi l’elenco completo:

30 luglio, ore 15.30 - Reggia di Venaria Reale
David Del Puerto (ES) Melliflui facti sunt coeli per coro misto
Nederlands Studenten Kamerkoor (NL)

30 luglio, ore 15.30 - Reggia di Venaria Reale
François Narboni (FR) Le stelle per coro femminile e harmonium
SYC Ensemble Singers (SG)

31 luglio, ore 15.30 - Tempio Valdese
Leo Hurley (US) Seabird and I per coro femminile e pianoforte
Ulmer Spatzen Chor (DE)

2 agosto, ore 17.00 - Conservatorio “Giuseppe Verdi”
Carlo Boccadoro (IT) Stellina per coro misto
Latvian Radio Choir (LV)

2 agosto, ore 21.30 - Auditorium "Giovanni Agnelli"
Fabio Vacchi (IT) È questo il mare? per coro maschile
Estonian National Male Choir (EE)

3 agosto, ore 15.30 - Tempio Valdese
Luis Tinoco (PT) Ink Dance per coro misto
Janua Vox (IT)

3 agosto, ore 17.00 - Conservatorio “Giuseppe Verdi”
Lorenzo Ferrero (IT) Senza parole per coro misto
Atelier C5 Made in Italy

Commissioni per Atelier

1 agosto, ore 21.30 - Teatro Colosseo
Jonathan Rathbone (UK) The Sound of Silent Films
per coro misto e ensemble strumentale
Atelier A14 The Sound of Silent Films

4 agosto, ore 15.30 - Teatro Espace
Manfred Länger (AT) Cello Rising
per voci bianche e ensemble strumentale
Atelier B1 Opera for children

Arrangiatori per il festival

31 luglio, ore 21.00 - Piazza San Carlo
Alessandro Cadario (IT)
Atelier A4 Yo Man!

3 agosto, ore 17.00 - Teatro Colosseo
Benoit Dussauge (FR)
Atelier A3 Still Alive!
Jetse Bremer (NL)
Atelier A18 Staying Alive!

European Award for Choral Composers

Nel mese di aprile 2012 la giuria del Premio Europeo di Composizione Corale ha selezionato tre opere vincitrici sulle 38 composizioni corali presentate da tutta Europa e ha assegnato due menzioni speciali. Questo premio è la con­tinuazione del premio “Golden Tuning Fork”, concorso organizzato per mol­ti anni da AGEC e, per la prima volta nel 2011/2012, da European Choral As­sociation - Europa Cantat.

Le composizioni presentate dovevano afferire alle tre seguenti categorie: per coro a cappella (musica classica), per coro accompagnato da massimo quattro strumenti (musica classica), composizione jazz per coro a cappella o per coro accompagnato da massimo tre strumenti.

Le composizioni vincitrici, eseguite durante il festival, sono:

Pierre Chépélov (FR) Bestiaire fantasque
31 luglio, ore 17.00 - Lingotto, Sala 500

Maarten Van Ingelgem (BE) 24 12 1914
2 agosto, ore 21.30 - Lingotto, Auditorium “Giovanni Agnelli”

Levente Gyöngyösi (HU) Gloria Kajoniensis
4 agosto, ore 15.30 - Chiesa di San Domenico

European Choir Video Award

Il premio europeo di video corali è un’iniziativa innovativa del Youth Committee di European Choral Association - Europa Cantat. È stato lanciato per la prima volta nel 2012 con il tema di “Movimento nella performance”, invitando a presentare i video in concorso prima del Festival Europa Cantat e offrendo un premio di € 1000 per il vincitore.

Tutti i video inviati si possono vedere sul canale YouTube dedicato:www.youtube.com/choirvideoaward

Il video vincitore sarà presentato durante il festival (controllate le news quotidiane per maggiori informazioni).

Ulteriori dettagli sono disponibili su www.EuropeanChoralAssociation.org o scrivendo a videoaward@europeanchoralassociation.org

Disegni di voci, partiture di spazi perché percezione e spazio sono alfabeto di entrambi

Definisco l’architettura musica congelata
Johann Wolfgang Goethe

Mettere in relazione diretta due mondi che da sempre si scambiano da lon­tano timidi sguardi, è stata la sfida raccolta dalla Facoltà di Architettura di Torino e dal Festival Europa Cantat.

Il corso di “Principi di allestimento e museografia” tenuto dalla professores­sa Valeria Minucciani, con la collaborazione della Aalto University di Helsinki e l’Universitatea Spiru Haret di Bucarest, ha lanciato l’invito a proporre idee per tentare di avvicinare questi due sguardi.

Individuate le ambientazioni, i progetti hanno cercato di declinare gli spazi non solo per ospitare ma anche per interagire con i cori, le loro performan­ce, la loro musica. Immaginare e allestire ascoltando e imponendo come ad­dendi fondamentali: l’architettura, il suono, lo spazio, l’uomo. Una equazio­ne interessante.

Provare a vedere, interpretando lo stesso Goethe, cosa accade all’architettu­ra “scongelando” la musica e viceversa.

(testo di Andrea Ronzino)

Dal 28 luglio al 4 agosto, ore 9.00-18.00 - Torino Incontra
Esposizione dei progetti

29 e 31 luglio, ore 15.30 - Chiesa di Santa Pelagia
Allestimento per concerti

2 agosto, ore 17.00 - Teatro Astra
Allestimento per atelier B3 The Edge of the Stage

Portici che risuonano di note e storie…

Definizioni, partiture, voci dal coro, definizioni, partiture, voci dal coro… questi gli elementi che compongono la mostra all’aperto lungo i portici di Via Po e di Piazza Vittorio Veneto a Torino. Un’immersione di canto cora­le, la volontà di spiegare e di esprimere, a parole, quello che significa es­sere una voce nel coro. E non solo. Degli oltre 60 pannelli in mostra, ben 32 sono estratti di spartiti: chi vorrà potrà accennare l’attacco di brani più e meno conosciuti, fischiettare la melodia di canoni inaspettati e deliziare gli ascoltatori curiosi con le esibizioni casuali nate sotto l’ombra dei portici. Un progetto quindi che porta anche alla sonorizzazione di questi ambien­ti musicalmente magici, che risuonano spesso di passi e voci e troppo po­co di musica vera.

Ma questi pannelli sono anche una sorta di gioco corale: chi riuscirà a pro­seguire dopo l’incipit? Chi riuscirà a provarli tutti, raggiungendo il fiu­me Po e totalizzando l’en plain? È una gara che premia il più lento, il coro che ne sa cantare di più, da capo a fondo. E se convinceste quel coro che frequenta con voi l’atelier a cantare le partiture camminando dalla dire­zione opposta per incontrarsi nel mezzo di Via Po in un tripudio di voci? E così ogni arco dei portici, ogni angolo di una strada può essere sede di concerti, ogni spazio dove risuona una voce ne può contenere molte altre! Sei pronTO a cantare?

Il Concrescence Project

Il Concrescence Project è un progetto di ricerca esteticamente orientato che intende promuovere l’innovazione nella pratica e nella composizione vocale. Il progetto include anche ricerca teorica e pratica pedagogica. Il Professor Lasse Thoresen (The Norwegian Academy, Oslo) è direttore artistico del progetto.
Attraverso la sinergia fra tradizioni vocali molto differenti, apparentemente contradditorie – etniche così come contemporanee – nuove espressioni musicali prendono vita. Nella sua forma presente il progetto tenta di combinare il canto classico occidentale con il canto armonico (canto “difonico”) e gli stili di canto tradizionali scandinavi (kveding, kulning ecc).
A queste fonti si aggiunge la prospettiva spettro-morfologica (derivata dalla Musica Concreta francese). Il Professore Associato Gro Shetelig Kruse (The Norwegian Academy of Music) lavora sullo sviluppo di un metodo di educazione microtonale dell’orecchio per cantanti. L’improvvisazione è utilizzata come mezzo per sfruttare le potenzialità musicali.
Per facilitare lo studio delle parti microtonali, e la composizione microtonale, è stato sviluppato un programma chiamato Micropalette.

EC Torino 2012 web site requires Macromedia Flash Player 9 or better.
Click below to download it.


Get Adobe Flash player
ready TO sing!
EC Torino 2012 web site requires Macromedia Flash Player 9 or better.
Click below to download it.


Get Adobe Flash player
Best of the festival!
youtube channel